qualcosa su di me

(Orazio Costa - dalla Lettera al nipote Nicola, quaderno XVI, 29/8/66)

“L’albero, mimato e rivissuto, la nuvola, il fiore, l’animale, la luna; l’acqua, la roccia, la pioggia, il mare il vento (anche se invisibile) diventano esperienze interiori concrete. Tanto che non solo possono manifestarsi in atti e forme, quasi danze, individuando i ritmi propri di ogni oggetto, ma possono produrre modificazioni dell’apparato respiratorio e fonatorio (che assume del tutto spontaneamente, in parallelo, le forme assunte esternamente dagli arti) che diventa capace di emettere suoni strettamente analoghi, o meglio, riferibili, alle forme esteriormente assunte.”

Carolina Gentili, attrice, poetessa, dopo un lungo periodo dedicato alla danza prima classica poi moderna e infine contemporanea,
dal 1997 si avvicina al teatro frequentando corsi e stages presso Omfrida Teatrodanza, Chille de la Balanza, Catalyst theatre a Firenze. Ma la sua formazione teatrale è segnata dall’incontro con Paolo Bussagli suo Maestro. Paolo Bussagli è stato allievo e collaboratore di Orazio Costa Giovangigli, grande Maestro del teatro italiano che negli anni ‘50, all’Accademia d’Arte Drammatica di Roma, è stato formatore dei più grandi attori italiani come Gianmaria Volonte’, Nino Manfredi, Monica Vitti, Giancarlo Giannini, Glauco Mauri, Tino Buazzelli, Paolo Stoppa, Gabriele Lavia.

Carolina Gentili è parte del gruppo originario che costituisce la compagnia teatrale e associazione culturale CDRC Coro Drammatico Renato Condoleo di Firenze diretta dallo stesso Bussagli.SITO DEL CDRC Il CDRC nasce nel 2000 subito dopo la morte di Orazio Costa con l’obiettivo principale della diffusione del Metodo Mimico; Carolina Gentili prende parte a quasi tutti gli spettacoli con ruoli rilevanti, spettacoli che toccheranno tra l’altro diversi tra i più prestigiosi teatri d’Italia come il Quirino di Roma, il Politeama di Napoli, il Nuovo di Milano, il Marrucino di Chieti, il Lauro Rossi di Macerata . Nel frattempo amplia la sua formazione partecipando a diversi workshop, stages e laboratori di cui quelli con Lindsay Kemp, Bernard Hiller, Lena Lessing, Mario Maldesi, Alessandra Niccolini, Giancarlo Giannini.
Partecipa anche a Festival come il Festival Pucciniano, nella Turandot come voce recitante e a manifestazioni fiorentine in ricordo di personaggi importanti come Beato Angelico con Rolando Panerai e Pamela Villoresi.
Dal 2005 svolge corsi base di Metodo Mimico a Firenze. Dal 2006 firma le sue prime regie con gli spettacoli “La Flautista e Diotima” con Barbara De Pace, “Donne e Islam”, “Rime in morte di Madonna Laura”, “Voi ch’ascoltate in rime sparse”.
Uno degli importanti spettacoli ai quali partecipa come protagonista è “Processo ad Artemisia” (spettacolo sul celebre processo per stupro ai danni della famosa pittrice Artemisia Gentileschi, dagli atti originali del processo) in prima nazionale presso la Biblioteca degli Uffizi, ex teatro del ‘600, a Firenze il 17 febbraio 2006 per iniziativa della Consigliera di Parità della Toscana Avv. Marina Capponi e con il Patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Firenze e del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Firenze. La ripresa cinematografica del Processo ad Artemisia sempre a cura del CDRC di Firenze è stata realizzata nel 2010; il film “Il Processo di Artemisia Gentileschi” - The Trial of Artemisia Gentileschi è stato inserito nella sezione FILMMART del Festival Internazionale di Dubai 2010.

Il film ha vinto la Palma di Bronzo al Festival del Cinema Internazionale del Messico 2011.

Trailer de \"Il Processo di Artemisia Gentileschi\"

Dal 2010 al 2012 ha messo in scena un monologo brillante dalle Novelle del Decameron del Boccaccio “Storie di donne d’amore e di legge” che ha ottenuto grande consenso di pubblico, nei teatri italiani, sia delle scuole che serale.
Video promo spettacolo su Boccaccio
Recensione su Teatro Cult

E nel 2012 è nello spettacolo teatrale “Usura Rimetti a noi i nostri debiti” scritto e diretto da Paolo Bussagli, sul tema attualissimo dell’usura finanziaria e sul concetto di “fare danaro dal danaro”. Video promo “Usura Rimetti a noi i nostri debiti”

2013,”Questo matrimonio non s’ha da fare. I Promessi Sposi raccontati dai bravi”, dove interpreta il Griso.

Nel 2013/2014 firma la regia de “La Lezione” di Ionesco, interpretando in chiave femminile il personaggio principale.

Nel 2014 è regista dello spettacolo “Grasse Mattinee” di René De Obaldia, con Ombretta Floris e Gabriella Romolini.
Sempre nel 2014 partecipa come attrice in uno dei ruoili principali allo spettacolo “Solo se tu lo vuoi” di Doretta Boretti regia di Guglielmo Visibelli, in prima nazionale al Teatro Dante Carlo Monni a Campi Bisenzio Firenze.
Attualmente è la Presidente della Nuova Accademia degli Antei Compagnia teatrale che opera al Teatro comunale degli Antei di Pratovecchio (Arezzo).
Ultima produzione con la Nuova Accademia degli Antei la messa in scena de ” le donne al Parlamento” di Aristofane già in scena al Teatro degli Antei nel 2015.
Nel 2016 è parte dello spettacolo “Pippo di Dio” elaborazione di un testo teatrale scritto da Don Milani e promosso dalla Fondazione Don Lorenzo Milani.

Svolge anche l’attività di speaker per campagne sociali e prodotti multimediali; è anche speaker radiofonica per Radio Italia 5.

>Contemporaneamente allo sviluppo del suo interesse per il teatro Carolina Gentili comincia anche l’attività poetica conseguendo a livello nazionale numerosi riconoscimenti per la sue liriche tra cui al Concorso Nazionale di poesia “Spiaggia di velluto” di Senigallia del 1997 e al Concorso Internazionale Jacques Prevert del 2000 organizzato dal Club dei Poeti di Milano. Le sue poesie sono state selezionate e poi pubblicate nei volumi Voci del Duemila I poeti del terzo millennio di KULT Underground e nell’ Antologia del premio letterario Fonopoli parole in movimento 1999/2000. Ha pubblicato nel 1998 “Attesi da un incontro” a cura di Gilberto Baroni edito da Studio Editoriale Fiorentino. Nel 2000 compone le sillogi inedite “Frammenti poetici” e “Quadri”, l’ultima delle quali ottiene riconoscimenti a diversi concorsi letterari.
L’esperienza teatrale la stimola ad interessarsi alla scrittura drammaturgica, partendo da elaborazioni drammatiche di testi teatrali come “la Flautista e Diotima” da “Diotima e la suonatrice di flauto” di Ida Travi. La sua ultima produzione poetica ancora inedita è “Cronache da una vita salva”.

Email per contattarmi:
info@carolinagentili.com